Dott.ssa Tiziana La Rocca

Dott.ssa Tiziana La Rocca Medico Chirurgo Omeopata Omotossicologo Nutrizionista
Dott.ssa Tiziana La Rocca Medico Chirurgo Omeopata Omotossicologo Nutrizionista
Lo sai che? I Cetrioli

Lo sai che? I Cetrioli

Tiziana La Rocca

Lo sai che? I Cetrioli

Mi chiedono spesso “dottoressa mi consiglia un integratore drenante per combattere la cellulite”.

Io preferisco partire da una corretta alimentazione sfruttando il potere nutraceutico che molti alimenti hanno… e soltanto al bisogno gli integratori!
Inoltre no alle perdite di peso veloci con piani alimentari basati soltanto su frutta e verdura e zero carboidrati.

Bisogna accettare la dura realtà: purtroppo le scorciatoie, che possono sembrare anche affascinanti e più semplici, non portano a una soluzione efficace nel lungo termine. Pensare di mantenere un regime alimentare controllato ed equilibrato nel lungo periodo è sicuramente più complesso, ma è ciò che garantisce i risultati nel tempo.

Lo sai che? I Cetrioli
Sono ortaggi estivi con un basso apporto di calorie.
Hanno proprietà drenanti e antiedemigene.
Ricchi di potassio, fibre e acido tartarico, contrastano l’ipertensione, la ritenzione idrica e la cellulite, aiutano a controllare la glicemia e a combattere la stitichezza.
Ricchi di vitamine A, vitamine del gruppo B, vitamina C e K… azioni antiossidanti e detossicanti.

Chi deve fare attenzione a non consumarne TROPPI?

Chi assume gli anticoagulanti.
Perché i cetrioli sono molto ricchi di vitamina K che contrastano l’effetto di questi farmaci.
E chi soffre di colon irritabile proprio per l’alta presenza di fibre.

Idea in cucina

La mia idea super estiva: 1/2 litro di acqua, 1 cetriolo a fettine, qualche fogliolina di menta, 1 pezzetto di zenzero e 1 fetta di limone… ottima acqua da bere per favorire l’eliminazione delle scorie accumulate dall’organismo. (Quantitativo di ingredienti per 1/2 litro di acqua).

Io li adoro! Con cosa li abbinate di solito?

Le mie riflessioni, curiosità e ricette nutrizionali sul Blog Magazine… il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere.

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Scelte consapevoli

Scelte consapevoli

Dopo l’emergenza coronavirus e il lungo lockdown è il momento per tutti di fare scelte consapevoli per un ritorno alla normalità con ottimismo.

In attesa di riprendere al più presto la rubrica Benessere e Salute in radio… 

Vi lascio la mia video intervista

su cos’è l’Omotossicologia, come agisce, come si svolge una visita medica omotossicologica, come è regolamentata la professione in Italia e cos’è il progetto Natura che Cura.

Quindi un’intervista con indicazioni utili per approfondire le principali tematiche della Bionutrizione e dell’Omotossicologia.

Il tema dell’intervista c/o Radio Roma Capitale

è stato di sensibilizzare ed informare sul tema della prevenzione naturale attraverso corretti e sani stili di vita e sulla Medicina Omeopatica Omotossicologica… Medicina dei Bassi Dosaggi.

Dunque una riflessione sulla prevenzione naturale e sull’ importanza del riappropriarsi della grandezza della natura fonte inesauribile di risorse in grado di offrire rimedi per la salute.

Sia con il saper abbinare tra loro gli alimenti che con l’utilizzo di farmaci naturali/biologici efficaci…. sottolineando che l’Omeopatia e l’Omotossicologia sono atti medici.

Il Medico Omeopata Omotossicologo ha la competenza:

  • di fare diagnosi;
  • di prescrivere farmaci omeopatici unitari a bassa media alta diluizione e farmaci omeopatici complessi che possono derivare dall’Omeopatia Classica e da acquisizioni farmacologiche più recenti che rappresentano l’attualizzazione omeopatica dell’Immunologia e della Biochimica;
  • di ristabilire l’equilibrio psico fisico incrementando la risposta immunitaria specifica dell’organismo facendo anche ricorso alla medicina accademica e alla collaborazione con altri specialisti.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in MEDICINA INTEGRATA
Ciliegie: proprietà nutrizionali

Ciliegie: proprietà nutrizionali

Tiziana La Rocca

Giugno… mese di indigestione di ciliegie. 

La Natura ci avvisa che salute e pianeta sono interconnessi quindi occorre fare scelte più consapevoli. Il Covid-19 ci ha fatto comprendere che non è solo un problema sanitario ma è un campanello d’allarme a livello globale… e noi come possiamo provare a salvaguardare la Natura.

La figura del medico assume sempre di più una centralità importante al fine di una corretta informazione destinata a comportamenti corretti sia in regime nutrizionale che in stile di vita.

Studi scientifici sostengono che il fattore genetico è sempre più influenzato dall’ambiente, dalla natura, dall’ecosostenibilità e tutto ciò ci lascia intuire quanto il nostro modo di mangiare possa avere ripercussioni positive o negative.

Ippocrate, padre della medicina, affermò nel lontano 430 a.C.: “Lasciate che il Cibo sia la vostra Medicina e la Medicina il vostro Cibo”.
Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Estate! In previsioni di temperature bollenti mi raccomando… scegliamo cibi di stagione, a filiera corta, biologici e che… idratano!

Lo sai che? Le ciliegie.

Contengono sostanze antiossidanti quali: la melatonina responsabile della regolazione dei ciclo sonno/veglia, sostanze antiinfiammatorie quali gli antociani e sostanze regolatrici del colesterolo come la quercetina.

Sono inoltre presenti in buona quantità il beta-carotene, la pectina fibra solubile, la vitamina C.

Proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, lassative e anti-gotta, depurative e diuretiche, drenanti, antiaging e rilassanti, tante vitamine, diversi sali minerali come calcio, ac.folico, potassio, fosforo, zinco.

Le ciliegie sono ottime per rinforzare il sistema immunitario. Tra gli zuccheri presenti nelle ciliegie, il sorbitolo: zucchero ridotto a poliolo, l’organismo lo trasforma in monosaccaridi senza l’intervento dell’insulina, ciò conferma che le ciliegie possono essere consumate anche da chi ha il diabete.
I piccioli delle ciliegie snocciolate utilizzate per la mia ricetta Torta di ciliegie cioccolatosa vegetale saranno ottimi per preparare un decotto depurativo e drenante da bere a digiuno.

Idea in cucina

La Mia Torta di Ciliegie Cioccolatosa Vegetale… Golosa, cioccolatosa, semplice da realizzare, una torta alle ciliegie vegetale e vitale.

Semplicemente meravigliosa!

Ingredienti pochi… 250 grammi di ciliegie intere da snocciolare, 100 grammi di pezzetti di cioccolato fondente 75%, 50 grammi di sciroppo di riso, 200 grammi di farina 0, 50 grammi di olio di mais bio, 1 cucchiaio di cacao amaro bio, 150 grammi di acqua e 1/2 bustina di lievito per dolci.

Senza latte, senza uova e senza zucchero.

Inserire le ciliegie all’impasto in superficie prima della cottura… durante la cottura e la lievitazione rimarranno in parte in superficie e in parte inglobate all’interno dell’impasto, un effetto incantevole!

Qual è la vostra ricetta preferita con le ciliegie?

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino.
Perché la dieta la prescrivo a studio dopo accurata diagnosi… perché ciascuno deve avere il proprio percorso nutrizionale personalizzato e dinamico.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Bergamotto: proprietà nutrizionali

Bergamotto: proprietà nutrizionali

Tiziana La Rocca

Eccomi! BUON LUNEDI’.

Quando scegli un lavoro che ami… non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua. Ringrazio per l’invito a scrivere il post per instagram “Lo sai che? Il bergamotto”.

Oggi studi scientifici sostengono che il fattore genetico è sempre più influenzato dall’ambiente e ciò ci lascia intuire quanto il nostro modo di mangiare possa avere ripercussioni positive o negative. Ippocrate, padre della medicina, affermò nel lontano 430 a.C.: “Lasciate che il Cibo sia la vostra Medicina e la Medicina il vostro Cibo”.
Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Lo sai che? Il bergamotto.

E’ un agrume che viene coltivato prevalentemente nella fascia costiera, molto diffuso in Calabria.
Negli ultimi anni una nuova coscienza salutista e naturalistica ha rilanciato l’uso dell’essenza di bergamotto… diversi studi hanno confermato un suo uso preventivo per il colesterolo in eccesso e malattie cardiovascolari. L’essenza di bergamotto viene anche utilizzata in aromaterapia nel trattamento di stati ansiosi. Suffumigi con gocce di olio di bergamotto estratto dalla sua buccia vengono utilizzati per il benessere delle vie respiratorie con azione naturale antibatterica e antinfiammatoria. Inoltre il bergamotto è considerato un rimedio naturale come disinfettante e antiossidante.

Olio essenziale di bergamotto
E’ importante prescrivere gli oli essenziali dopo aver fatto un ragionamento clinico profondo sempre curando il singolo paziente e non la malattia.

Occorre comunque rispettare i principi della corretta alimentazione rispettando i ritmi biologici. Caratterizzati da: corretta quantità calorica, giusta ripartizione dei pasti e tempi di assunzione dei pasti, corretta ripartizione dei macronutrienti.

Il bergamotto si può considerare un frutto ricco di proprietà antiossidanti, per il contenuto di polifenoli, di bioflavonoidi, di vitamine che portano benefici salutari agendo contro i radicali liberi.

In cucina il bergamotto viene sempre più utilizzato al naturale oppure spremuto.

I suoi spicchi vengono utilizzati per preparare fantasiose insalate.

La sua scorza, messa in salamoia, è utile per aromatizzare primi, secondi e dolci.

Il suo succo per realizzare deliziose marmellate e granite. La meravigliosa marmellata di bergamotto è perfetta sia per una sana ed energetica colazione sulle fette biscottate o sul pane che per accompagnare formaggi freschi, ricotta.

Idea in cucina Il mio risotto al bergamotto e menta.

Ingredienti: bergamotti n.3 per il succo, riso integrale 300 grammi, brodo vegetale fatto in casa e qualche rametto di menta del vostro orto o vaso in terrazza.

Preparazione: versare il succo dei bergamotti in padella, aggiungere poi il brodo vegetale e far cuocere il riso. Quando sarà pronto, aggiungere la buccia grattugiata dei bergamotti, un filo di olio extra-vergine di oliva e la vostra menta.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
La mia colazione

La mia colazione

Tiziana La Rocca

Eccomi! BUON VENERDI’.

La mia colazione sana, energetica e gustosa! Scegliere il cibo corretto è il primo passo per ritrovare salute, buon umore e serenità.

1 tazza di frutta fresca di stagione.
2 tazze piccole di muesli a base di fiocchi d’avena.
3 tazze piccole di bevanda vegetale o di yogurt o di latte s. l. o p.s.

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino.
Perché la dieta la prescrivo a studio dopo accurata diagnosi… perché ciascuno deve avere il proprio percorso nutrizionale personalizzato e dinamico.
Quindi di conseguenza anche la colazione dovrà essere impostata correttamente.

1 tazza di frutta fresca di stagione

Fragole, banane e kiwi frutti golosi primaverili ricchi di proprietà nutrizionali.
Fragole: diuretiche, rinfrescanti, remineralizzanti, antiossidanti e depurative.
Banane: regolatori del sonno, dell’appetito e della ritenzione idrica.
Kiwi: regolatori della digestione e della ritenzione idrica.
Vi ricordo la stagionalità di Maggio/Giugno: Banane, Ciliegie, Fragole, Kiwi, Mele, Nespole… quindi scegliete in base al vostro gusto.
Mangiamo sempre 5/7 porzioni di frutta e verdura al giorno: ci aiutano a fare il pieno di vitamine, sali minerali e fibre, per migliorare le nostre difese immunitarie e la regolarità intestinale.
Il segreto…
… non occorre pesare nulla, nessuna limitazione. Basta consumare cinque/sette volte al giorno la frutta e la verdura di stagione fresca che piace di più.
La frutta è ideale consumarla nel muesli della colazione e/o nello spuntino tra i pasti principali.
La verdura e/o il piatto d’insalata o di crudità è ideale consumarla nel contorno sia a pranzo che a cena.
Iniziare il pranzo e la cena con la verdura cruda non solo rinforza il sistema immunitario facendo il pieno di vitamine e sali minerali ma favorisce la buona digestione del pasto.
Più semplice di così!
Nessun integratore di vitamine o di minerali può sostituire la frutta e la verdura!

2 tazze piccole di muesli a base di fiocchi d’avena

Il muesli a base di fiocchi di avena fa bene perché?
Le proprietà nutrizionali e salutari del muesli con fiocchi di avena, super cereale ricco di acido linoleico capostipite degli acidi grassi della serie omega-6 con un ruolo importante nella riduzione del rischio di patologie cardiocircolatorie coronariche, abbinato a quelle antiossidanti della frutta fresca può essere considerato un naturale cibo energetico.

3 tazze piccole di bevanda vegetale o di yogurt o di latte s. l. o p.s….

Perchè variare la scelta della bevanda?
La colazione dovrà essere impostata correttamente… sia per chi ha intolleranze alimentari e/o allergie al glutine, al latte, al lattosio o soltanto per chi desidera un’alimentazione sana, equilibrata e varia o per chi desidera sapori, calorie e valori nutrizionali differenti.
Importante è leggere sempre con attenzione le etichette delle bevande vegetali/yogurt/latte perchè non devono essere presenti addensanti, emulsionanti, aromi artificiali, olii saturi come l’olio di palma, dolcificanti o zuccheri aggiunti.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Muesli: proprietà nutrizionali

Muesli: proprietà nutrizionali

Tiziana La Rocca

Eccomi! BUON MERCOLEDI’.

Colazione energetica, sana e gustosa.

Il muesli è una miscela di fiocchi di avena o di altri cereali integrali e altri prodotti a base di cereali, frutta disidratata e frutta secca, uvetta e noci. Si accompagna al latte, yogurt, bevande vegetali o succo di frutta e pezzetti di frutta di stagione.
Ottimo per la colazione ma anche per le insalate, per preparare primi piatti, per preparare pane e biscotti miscelati ad altre farine….

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino.
Perché la dieta la prescrivo a studio dopo accurata diagnosi… grazie alla medicina omotossicologica si ritiene che non vi sia un unico metodo per dimagrire uguale per tutti ma che ciascuno deve avere il proprio percorso personale.

Quindi di conseguenza anche la colazione dovrà essere impostata correttamente.
Il muesli è una ottima fonte di nutrienti.
Può contenere, in base alla miscela che scegliamo e creiamo, proteine, vitamine, sali minerali quali ferro, magnesio e zinco, acidi grassi polinsaturi e tantissime fibre.
E’ perfetto per i vegetariani e per i vegani come fonte di proteine e di aminoacidi essenziali.
Rappresenta una buona fonte di energia a medio e a lungo termine garantendo all’organismo una fonte di glucosio anche diverse ore dopo il pasto.
E’ un inizio perfetto per la giornata, provvede all’apporto di energia, micronutrienti e vitamine.

Il muesli può certamente costituire un’ottima scelta quotidiana in quanto fornisce nutrienti essenziali quali sali minerali, proteine, lipidi, carboidrati, vitamine e fibre.
La varietà e la qualità dei carboidrati presenti nel muesli fanno sì che il corpo li assimili lentamente favorendo un graduale rilascio di energia per tutta la mattina e sostenendo la concentrazione.

Idea in cucina:

Per variare gusto, nutrienti, colore e consistenza provate ad aggiungere anche l’uvetta sultanina.
Frutto disidratato povero di grassi, ricco di carboidrati complessi, notevole fonte di fibre e di sali minerali come potassio, calcio, rame e ferro. La presenza dell’ antiossidante resveratrolo conferisce all’uvetta l’azione di rallentare l’invecchiamento, da essere considerata un buon anti-aging cutaneo.

Idea in cucina La mia colazione.

2 tazze piccole di muesli a base di fiocchi d’avena, semi di lino, frutta secca e frutta liofilizzata.
3 tazze piccole di bevanda vegetale o di yogurt (cocco o altro tipo a scelta).
1 cucchiaio colmo di uvetta disidratata.
1 tazza di frutta fresca di stagione.

Il muesli fa bene perchè.

Le proprietà nutrizionali e salutari del muesli con fiocchi di avena, super cereale ricco di acido linoleico capostipite degli acidi grassi della serie omega-6 con un ruolo importante nella riduzione del rischio di patologie cardiocircolatorie coronariche, abbinato a quelle antiossidanti dell’uvetta e della frutta secca può essere considerato un naturale cibo energetico.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Fave: proprietà nutrizionali

Fave: proprietà nutrizionali

Tiziana La Rocca

Eccomi! BUON VENERDI’.

Maggio, esplosione di colore e di profumi, sole e temperatura primaverile regalano frutta e verdura incantevoli. Innanzitutto una curiosità, le fave sono un legume antico già noto nel medioevo… semi arrostiti, pelati o bolliti che venivano utilizzati per preparare la fava menata veneta o il macco di fave siciliano una polenta o una crema di fave.

Particolarmente negli ultimi anni il consumo dei legumi è tornato in primo piano per le proprietà benefiche che derivano dal loro inserimento quotidiano nella dieta nutrizionale. Quindi riscopriamo questo legume.

Perchè è ad alto contenuto proteico, ha un ottimo apporto di aminoacidi essenziali ed una buona quota di carboidrati.
Poche calorie e ricche di vitamine del gruppo B, ferro, potassio, rame, magnesio, selenio.
Rimineralizzanti, ipocolesterolemizzanti e iperproteiche.

Favismo

Il favismo è una malattia emolitica alimentare ad insorgenza stagionale, molto diffusa nei paesi mediterranei, in particolare in Italia Sicilia e Sardegna.
Si possono avere crisi emolitiche con ittero ed emoglobinuria dovute ad una reattività individuale (ereditaria) e all’ingestione di fave fresche e ad inalazione di polline della pianta.
La causa è attribuita al deficit di alcuni enzimi (glicoso-6-fosfato-deidrogenasi).
Non esiste un rapporto tra quantità di fave ingerite e l’insorgenza della crisi emolitica.

Idea in cucina.

Pasta con le fave, piatto semplice e vegetale dal sapore delizioso di estrazione contadina.
Ingredienti: pasta corta a vostra scelta, fave fresche, 1 cipollotto fresco, olio evo q.b., sale q.b., spezie e aromi a piacere.
Preparazione: cuocere le fave, dopo averle sgranate, metterle in una casseruola con un bicchiere d’acqua, il cipollotto fresco tritato sottile, un pizzico di sale, un goccio d’olio e cuocere per 10/15 minuti. Condire la pasta lasciando insaporire in padella, aggiungere spezie o aromi e un filo d’olio.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista
Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Ritorno alla normalità post covid-19

Ritorno alla normalità post covid-19

Tiziana La Rocca

La pandemia di covid-19 ci ha fatto comprendere meglio che viviamo in un ambiente malato e che nonostante siamo una potenza economica e tecnologica non siamo stati in grado di evitare gli enormi danni sanitari e sociali… infatti il coronavirus ci ha imposto di imparare una lezione per consentirci di essere più preparati per i prossimi e probabili eventi simili.

Da lunedì siamo più liberi, quindi ognuno di noi adesso diventa determinante! 

Il comportamento e la consapevolezza potrà determinare la scelta di libertà.

Inoltre dobbiamo riuscire a non perdere quanto di buono è accaduto… calo dell’inquinamento, ripresa di flora e fauna, nuove abitudini conquistate, rispetto per la natura.

Che meraviglia tornare pian piano alla vita normale mantenendo certo tutte le buone abitudini di igiene personale che abbiamo migliorato ed imparato durante l’emergenza coronavirus.

Adesso è il momento per tutti di fare scelte consapevoli per un ritorno alla normalità con ottimismo!

In questa lunga fase #iorestoacasa abbiamo avuto più tempo per prestare più attenzione a mantenere corpo e mente in salute.

Abbiamo realmente approfittato di questo lungo periodo di quarantena a prenderci cura di noi?

Ma è stato veramente così?

Il mio rientro a studio mi ha confermato che purtroppo non siete riusciti a controllare la voglia di cibo.

Quindi pronta a ripartire insieme a voi!

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

 

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in MEDICINA INTEGRATA
Il mio pinzimonio

Il mio pinzimonio

Tiziana La Rocca

Un modo tra i più classici per servire le verdure crude, tagliate a bastoncini, a strisce o a pezzetti.⁣

Pinzimonio deriva da pinzare… quindi intingere le verdure in un condimento tradizionalmente a base di olio extravergine di oliva, sale e pepe.⁣

La mia idea per un pinzimonio salutare e primaverile è di tagliare a fettine sottili carote, sedano, zucchine, cetrioli, radicchio, spinaci, pomodori, peperoni, cipollotti e tante altre verdure colorate come ad esempio i ravanelli.⁣
In una ciotolina mescolare insieme l’olio e il succo di mezzo limone, arancia e se gradite un pizzico di sale o spezie come curcuma, zenzero, bacche o curry.
Aromatizzare le verdure con le spezie è un uso antico e diffuso in tutto il mondo, le spezie, oggetto di studi scientifici e farmacologici per le loro proprietà terapeutiche di antiossidanti, aumentano l’assorbimento dei principi nutrizionali delle verdure crude.

Se desiderate, invece, una salsa più sostanziosa e vegetale, usate dello yogurt vegetale.⁣

Il pinzimonio di verdure è un’idea sfiziosa, ipocalorica, ricca di acqua, sali minerali e fibre da inserire all’inizio del pasto quotidiano.⁣
L’assorbimento della vitamina A sarà favorito dal condimento con piccole quantità di olio.

Da consumare crude perché ricche di preziosi antiossidanti, sono a Indice Glicemico basso < a 55 e sono alimenti alcalinizzanti.⁣

Antiossidanti, rimineralizzanti e alcalinizzanti, proteggono il sistema cardiocircolatorio e contrastano i radicali liberi.
L’importante è scegliere prodotti biologici o biodinamici per l’80% nell’alimentazione quotidiana e in pratica andrebbero consumati in tutti i pasti.
Iniziare il pranzo e la cena con la verdura cruda non solo rinforza il sistema immunitario facendo il pieno di vitamine e sali minerali ma favorisce la buona digestione del pasto.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista
Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Menta piperita, la mia aromatica

Menta piperita, la mia aromatica

Tiziana La Rocca

Da lunedì 4 maggio, ci siamo ripresi le nostre vite.
Lentamente, con prudenza e non abbassando la guardia. E’ proprio adesso che, arrivata la fase molto più difficile perché ci saranno molte più persone in giro, rispettare le regole diventa ancora più decisivo.

In questa splendida mattinata romana eccomi con la mia meravigliosa aromatica.
La Menta Piperita.

La menta piperita pianta erbacea perenne, appartiene alla famiglia botanica delle Lamiaceae. In realtà questa tipologia è un ibrido naturale tra due specie di menta che crescono spontanee, la Mentha aquatica e la Mentha spicata.
Scoperta e classificata nel 1696, ad opera del botanico inglese John Ray, che la notò per via del suo profumo intenso.

La menta piperita, può essere raccolta fresca tutto l’anno, al bisogno. E’ una meraviglia coltivarla nel proprio balcone o terrazzo o giardino.

Menta e omeopatia vero o falso?

Si dice che la menta sia incompatibile con l’omeopatia.
FALSO! La menta, consumata a distanza dall’assunzione di medicinali omeopatici, non influisce sulla loro efficacia.
Noi medici omeopati consigliamo sempre di assumere i medicinali omeopatici a bocca vuota e pulita, lontano dai pasti.

Olio essenziale di menta.

E’ principalmente uno spasmolitico e analgesico. Stimolante del sistema nervoso utile nelle cefalee e nelle emicranie. A livello digestivo stimola la secrezione gastrica e attiva la motilità intestinale. E’ importante prescrivere gli oli essenziali dopo aver fatto un ragionamento clinico profondo sempre curando il singolo paziente e non la malattia.

Idea in cucina.

La menta è perfetta per profumare piatti dolci e salati, per aromatizzare il tè, per arricchire insalate, per la preparazione di dolci di cocktail.
Per preparare una bevanda rinfrescante la qualità più adatta è la menta piperita.
È una pianta versatile e può essere utilizzata essiccata, fresca o ancora in cottura sui cibi per donare un sapore fresco e nuovo ai piatti.
In primavera ed estate, la menta è spesso ottima nelle insalate di cereali (riso, orzo, grano saraceno o farro) con verdure come zucchine, pomodori, cetrioli, asparagi oppure con ceci e cannellini… la menta trasforma il sapore aggiungendo leggerezza.

Ricetta: Insalata di zucchine alla menta e basilico

Contorno davvero semplice da preparare e perfetto per accompagnare un secondo piatto saporito soprattutto durante la stagione estiva.
Ingredienti: Zucchine n. 4 , Basilico foglie, Menta foglie, Sale q.b., Olio extravergine d’oliva q.b., 1 porro, scorza grattugiata di 1 limone verdello, 30 grammi di mandorle tritate.
Lavare le zucchine, asciugare e tagliare a fettine sottili. Prendere il porro, tagliare la parte verde e tagliare la parte bianca a striscioline sottili. In padella mettere poco olio, un poco d’acqua, le zucchine e il porro e far cuocere per 10 minuti a fiamma bassa.
Togliere dal fuoco e condire le zucchine con tutti gli altri ingredienti.

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram 

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE