BIONUTRIZIONE

Alimentazione sana, consigli sulla bionutrizione, modi di preparare gli alimenti, proprietà nutrizionali degli alimenti e loro corretti abbinamenti.

Gli agrumi cibi superfood, mangiare al ritmo delle stagioni

Gli agrumi cibi superfood, mangiare al ritmo delle stagioni

Gli agrumi cibi superfood, mangiare al ritmo delle stagioni.

Sono considerati cibi superfood per gli alti livelli di vitamina C e di vitamina A. Ricchi di sali minerali quali ferro, magnesio e potassio.

Alimenti salutari per la loro elevata quantità di sali minerali… un vero tesoro dal punto di vista nutrizionale.

Occorre sempre rispettare i principi della corretta alimentazione rispettando i ritmi biologici. Caratterizzati da: corretta quantità calorica, giusta ripartizione dei pasti, tempi di assunzione dei pasti e rispettosa ripartizione dei macronutrienti.

Gli agrumi… mangiare al ritmo delle stagioni.

Ph: Tiziana La Rocca

Gli agrumi sono fonte di bioflavonoidi che contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario prevenendo le malattie da raffreddamento… quindi frutti meravigliosi nella stagione invernale.

Grazie alla presenza di vitamine A, C, E e di betacarotene si possono considerare dei nutrienti essenziali per il mantenimento dell’integrità della membrana delle cellule.

La natura ci offre cibi che sono in grado di soddisfare le esigenze nutrizionali… mangiare al ritmo delle stagioni perché le esigenze mutano con il cambiare del clima e delle condizioni ambientali.

Arance, mandarini, clementine, limoni, mapi, pompelmi, bergamotti … sono tutti frutti salutari. Frutti che favoriscono la diuresi contrastando la ritenzione idrica. Ricchi di fibre benefiche indicati per chi soffre di stitichezza in grado di agevolare il transito intestinale.

Idea in cucina

Ciambellone all’acqua con mandarini.

Una ricetta semplice e tanto golosa per grandi e piccini.

Ingredienti

320 grammi di farina 0 oppure di farina di riso e farina di mais, 50 grammi di zucchero di canna integrale (provate anche senza zucchero), 300 grammi di succo di 6/8 mandarini e acqua, 40 grammi di olio di semi di mais o di girasole bio, 1 bustina di lievito bio.

Procedimento

Creare un composto dalla consistenza cremosa mescolando insieme la farina, il lievito, l’olio, lo zucchero, il succo di mandarini e l’acqua. (Pesare in bilancia tutti gli ingredienti).

Versare il composto in una teglia e cucinare in forno 180 gradi ventilato per circa 35 minuti.

Una ricetta per grandi e piccini ideale durante i freddi mesi invernali ed in particolare quando l’organismo ha un’esposizione prolungata alle tossine endogene ed esogene.

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino.

La dieta bionutrizionale equilibrata, personalizzata e non restrittiva basata sullo studio clinico del singolo individuo la prescrivo in ambulatorio medico dopo accurata diagnosi.

La figura del medico assume sempre di più una centralità importante al fine di una esatta informazione destinata a comportamenti corretti sia in regime nutrizionale che in stile di vita.

Il futuro della salute si costruisce ogni giorno… anche in tavola.

La mia iscrizione presso l’Ordine dei Medici Chirurghi e presso il Registro di Omeopatia e di Omotossicologia dell’Ordine dei Medici Chirurghi è indicazione sulla qualità della formazione ricevuta. Professionista in regola con i crediti ECM (Educazione Continua in Medicina).

Dott.ssa Tiziana La Rocca facebook

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Real Time… I nostri fusilli in crema di radicchio

Real Time… I nostri fusilli in crema di radicchio

Tiziana La Rocca

Real Time… I nostri fusilli in crema di radicchio.

Per una cena bionutrizionale all’insegna della Natura e per dare un pizzico di genuina novità: I nostri fusilli di mais bianco in crema di radicchio e semi di sesamo per il Reality Show su Dplay canale Real Time “Cortesie per gli Ospiti” … Stagione 12 – Episodio 24.

Clicca qui per vedere il nostro episodio

L’idea è stata di preparare una cena infrasettimanale veloce, semplice, buona e vegetale per i nostri ospiti.

Una cena sana e digeribile ma anche gustosa, colorata e sfiziosa portando in tavola la raffinata semplicità e la bontà della natura… una mise en plase impegnativa per un menù semplice “Natura in Tavola” voluta per enfatizzare la ricchezza nutrizionale. In campo nutrizionale non esistono cibi poveri o semplici ma alimenti nobili e meno nobili a seconda della corretta combinazione e della sinergia dei nutrienti.

“Natura in tavola”… mise en place di Tiziana

Tovaglia e tovaglioli in puro lino con ricamo a mano finissimo fiorentino di color écru, piatti di porcellana bianca e bicchieri in cristallo acqua e vino della maison fiorentina Richard Ginori.
Piattini d’argento per il pane con centrini ricamati a chiacchierino ricamati nel 1920 dalla nonna di Isabella classe 1914 durante il collegio di suore a Bergamo.

Lo sai che? Il Radicchio

Il mio messaggio è… mangiare al ritmo delle stagioni per un benessere a lungo termine mangiando ciò che la natura ci offre andandole incontro.
Dal punto di vista chimico la caratteristica principale del radicchio è la ricchezza di acqua ed una povertà di lipidi, di proteine e di glucidi.
La rilevanza nutrizionale è piuttosto rappresentata dal pregiato patrimonio sia vitaminico che minerale.
Tra le vitamine è ricca di caroteni ad attività pro vitaminica A e di vitamina C.

Il radicchio va annoverato tra gli alimenti più alcalinizzanti per il contenuto di potassio, sodio, calcio, ferro, magnesio e per la presenza di oligoelementi quali zinco, rame e manganese.
Durante la cottura oltre alla modificazione della loro consistenza si possono avere perdite di determinati principi nutritivi.

I carotenoidi, insolubili in acqua e stabili al calore non risentono della cottura al contrario le vitamine del gruppo B, idrosolubili e termolabili, risentono e possono andare perdute sia con il lavaggio che con la cottura.

Idea in cucina

Fusilli di mais bianco alla crema di radicchio e semi di sesamo

Ingredienti

Pasta di mais bianco, radicchio tondo del lazio, semi di sesamo bio, olio extravergine di oliva.

Preparazione

Cucinare la pasta per circa 7-9 minuti, nel frattempo frullare le foglie del radicchio a crudo con un paio di mestoli di acqua di cottura e un cucchiaio di olio extravergine. Scolare la pasta e condirla con la crema. Impiattare con una manciata di semi di sesamo e del radicchio sminuzzato.

I nostri fusilli in crema di radicchio.

E voi come cucinate il radicchio?

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino…
Perché la dieta la prescrivo a studio dopo accurata diagnosi… perché ciascuno deve avere il proprio percorso nutrizionale personalizzato e dinamico.
La figura del medico assume sempre di più una centralità importante al fine di una corretta informazione destinata a comportamenti corretti sia in regime nutrizionale che in stile di vita.

Consapevolezza, prudenza e responsabilità… vi condivido le faq più frequenti del Ministero della Salute.

FAQ COVID-19 DOMANDE E RISPOSTE Ministero della salute

Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Le mie riflessioni, curiosità, attualità e ricette nutrizionali sul Blog Magazine… il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere. Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista
Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …
Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Halloween 2020, senza dolcetto o scherzetto

Halloween 2020, senza dolcetto o scherzetto

Tiziana La Rocca

Sarà un Halloween 2020 diverso dal solito, senza feste e… senza dolcetto scherzetto nelle case dei vicini… oppure no.
Lo spavento purtroppo è già assicurato… perchè a far paura quest’anno ci ha pensato il covid.

Senza dolcetto scherzetto ci divertiremo comunque in casa con film, giochi, libri e ricette da preparare tutti insieme… in famiglia.
Perchè che sia tradizione o no, non si potrà certo fare il giro del quartiere bussando alle porte per chiedere… dolcetto o scherzetto!

Per questo Halloween 2020 direi che non è proprio opportuno.

Quindi consapevolezza, prudenza e responsabilità… vi condivido le faq più frequenti del Ministero della Salute.

FAQ COVID-19 DOMANDE E RISPOSTE Ministero della salute

Eccomi con la mia meravigliosa zucca perchè… in casa mia dall’autunno all’inverno non manca mai!

E intanto… io oggi ho voglia di coccole dolci e voi?

Un’idea di merenda per oggi pomeriggio… Halloween 2020 da fare tutti insieme in famiglia, un plumcake alla zucca naturalmente goloso, sano e genuino…
… senza burro, senza lattosio, senza glutine e a basso indice glicemico.

Lo sai che? La zucca…

… è un ortaggio versatile in cucina.

… è ricca di proprietà importanti per la nostra salute, ricca in caroteni fondamentali sia nella prevenzione che nel contrastare l’invecchiamento.

… fibre, proteine vegetali, sali minerali come ferro, potassio, zinco, magnesio, fosforo.

… la consapevolezza che la zucca sia ricca di proprietà importanti per la salute è confermata dal fatto che il betacarotene contenuto influenzi i processi di difesa delle cellule.

… ricca di antiossidanti come le vitamine A, C, E e beta-carotene caratterizza la zucca come un alimento dalle proprietà nutrizionali con la comprovata caratteristica nei confronti della prevenzione della salute fisica e psichica.

… è ottima per chi segue un regime dietetico ipocalorico e… grazie alla presenza di triptofano la rendono indicata anche per chi soffre di ansia ed insonnia.

Idea in cucina

Plumcake di zucca… Naturalmente goloso e dolce!
Un dolce leggero e digeribile realizzato con farine naturalmente senza glutine (farina di mais e di riso), senza burro e derivati dal latte, senza uova, senza zucchero… semplicemente adatto a tutti.


Preparazione
200 grammi di farina di mais, 50 grammi di farina di riso, ½ bustina di lievito naturale a base di bicarbonato e cremor tartaro, 1 cucchiaio di sciroppo di riso, 250 grammi di zucca, 50 ml olio di mais, 150/200 ml di acqua.
Cuocere al vapore la zucca e poi ridurla in purea con una forchetta.
Mescolare insieme tutti gli ingredienti… fino ad ottenere un impasto morbido.
Disporre sullo stampo e mettere in forno per circa 20/30 minuti a 180 gradi ventilato.
Buon appetito!

E voi come cucinate la zucca ad halloween e non solo?

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino…

Perché la dieta la prescrivo a studio dopo accurata diagnosi… perché ciascuno deve avere il proprio percorso nutrizionale personalizzato e dinamico.

La figura del medico assume sempre di più una centralità importante al fine di una corretta informazione destinata a comportamenti corretti sia in regime nutrizionale che in stile di vita.
Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Le mie riflessioni, curiosità, attualità e ricette nutrizionali sul Blog Magazine… il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere.
Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista
Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …
Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Tartufo, mangiare al ritmo delle stagioni

Tartufo, mangiare al ritmo delle stagioni

Tiziana la Rocca

Tartufo, mangiare al ritmo delle stagioni. Benessere significa vivere sano e vivere sano significa mangiare al ritmo delle stagioni, quindi per un benessere a lungo termine mangiamo ciò che la natura offre andandole incontro.

Il Tartufo… cibo pregiato è un vero tesoro della terra!

Si pensa alla qualità e alla complessità del suo sapore ma è corretto soffermarsi sulle proprietà bionutrizionali che questo cibo offre.

Preferisco sempre partire da una corretta alimentazione sfruttando il potere nutraceutico che molti alimenti hanno.

Tenendo conto dell’apporto biochimico, dei principi attivi degli alimenti e dell’interazione nella combinazione dell’ambito dello stesso pasto si potrà parlare di prevenzione e quindi di benessere.

Lo sai che? Il tartufo

Considerato un vero alimento salutare per l’elevata quantità di sali minerali, praticamente un vero tesoro dal punto di vista nutrizionale.

Un concentrato di energia grazie alla presenza di sali minerali come ferro, potassio, calcio, magnesio, selenio, fosforo e al contenuto di vitamine del gruppo B.

Completo dal punto di vista nutrizionale per la ricchezza in primis di proteine dall’alto valore biologico è ottimo anche per i vegetariani e per i vegani.

Considerato un vero scrigno di antiossidanti perchè durante il suo sviluppo assorbe dal terreno acqua, sali minerali e sostanze nutritive.

Inserito in una dieta equilibrata può influire positivamente sul mantenimento di salute e benessere sempre con i corretti abbinamenti.

Curiosità

Il Tartufo è un fungo ipogeo, vive sotto terra, ha la forma di un tubero e vive in simbiosi con le radici di alcuni alberi come ad esempio, la quercia, il tiglio, il pioppio, il nocciolo, il carpino.

La loro forma dipende dalle caratteristiche del terreno in cui si sviluppa per cui un terreno morbido favorirà la crescita della forma sferica, mentre un terreno duro con molte radici favorirà una forma bitorzoluta.

Possono essere considerati una vera sentinella ambientale perchè non tollerano l’inquinamento e tutto ciò che è dannoso alla natura. Ultimamente l’invasione di cinghiali, oltre ad arrivare nelle nostre città, non risparmia le tartufaie e il loro calpestio schiaccia il terreno impedendo lo sviluppo dei preziosi tartufi. Il tutto provocando danni che si aggiungono a quelli causati dall’antropizzazione e dal clima, responsabili di un crescente calo della produzione.

Tartufo, mangiare al ritmo delle stagioni.

Tra le diverse specie di tartufi i migliori sono: Tartufo Nero Estivo Scorzone,  Invernale, Liscio , di Bagnoli, Pregiato di Norcia, Forte.

Otre alle qualità di Tartufo nero ci sono: Tartufo Moscato; Tartufo Uncinato; Tartufo Bianco Pregiato Trifola; Tartufo Bianchetto o Marzuolo.

Controidicazioni:

Sconsigliato a chi soffre di renella, di calcolosi renale.
Chi soffre di gotta deve evitare il consumo di tartufi perché aumentano la produzione di ulteriore acido urico e urea, peggiorando la patologia.

In gravidanza

Evitare di mangiare i tartufi crudi per il contatto con il terreno fonte di contaminazione da toxoplasma.

Idea in cucina

Da settembre a dicembre matura il Tartufo Nero Uncinato (foto) che emana un odore delicato di nocciola, fungo porcino e formaggio grana. Estremamente versatile in cucina il suo aroma è molto apprezzato dagli estimatori.
Il tartufo è perfetto sia per una bruschetta di pane casereccio che per diverse ricette homemade.

I miei Tagliolini al cavolo viola.

Procedimento ed ingredienti per due porzioni: 150 grammi di Tagliolini integrali da condire con crema di patate, cavolo viola e latte di soia (100 grammi di patate e 250 grammi di cavolo viola entrambi lessati e frullati con qualche cucchiaio di latte di soia). Servire i tagliolini con la crema decorando con una grattugiata di tartufo nero uncinato. 

Tagliolini al cavolo viola

La mia ricetta Tagliolini al cavolo viola dal meraviglioso colore violaceo è da considerarsi una vera cura antiossidante, rimineralizzante e alcalinizzante per contrastare i radicali liberi.
Le proprietà antiossidanti del cavolo viola abbinate a quelle nutrizionali del tartufo fonte di aminoacidi essenziali apportano certo, un contributo al fisiologico rinnovamento cellulare.

Le foto meravigliose dell’articolo riguardano il Tartufo Nero Uncinato scelto direttamente dai cavatori in Molise e scattate da Antinucci Eccelenze Gastronomiche e dalla mia cara amica blogger Mariangela Celli.

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino…

Perché la dieta la prescrivo in ambulatorio medico dopo accurata diagnosi perché ciascuno deve avere il proprio percorso nutrizionale personalizzato e dinamico. La figura del medico assume sempre di più una centralità importante al fine di una corretta informazione destinata a comportamenti corretti sia in regime nutrizionale che in stile di vita.
Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Riflessioni, curiosità, attualità e ricette nutrizionali sul My Blog Magazine il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere.
Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista
Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio.

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
“Cortesie per gli ospiti” La Nostra Torta Clementina

“Cortesie per gli ospiti” La Nostra Torta Clementina

“Cortesie per gli ospiti” La Nostra Torta Clementina

Per una cena Bionutrizionale all’insegna della Natura e per dare un pizzico di genuina novità: La Nostra Torta Clementina per il Reality Show su Dplay canale Real Time “Cortesie per gli ospiti”… Stagione 12 – Episodio 24.

Clicca qui per vedere il nostro episodio

Il nostro tema della serata è “La Natura in Tavola”.

Con la precisa idea di preparare una cena infrasettimanale veloce, semplice, buona e vegetale per i nostri graditi ospiti.
Una cena sana e digeribile ma anche gustosa e sfiziosa portando in tavola la raffinata semplicità e la bontà della natura.

Il messaggio che abbiamo desiderato condividere durante il nostro episodio a “Cortesie per gli ospiti” è stato quello di sensibilizzare un pubblico eterogeneo sull’importante connessione tra salute e quello che mangiamo. Sull’importanza di ritornare a scegliere un cibo semplice, poco artefatto, magari fatto in casa, magari preparato con nuovi ingredienti per dare varietà alla nostra alimentazione.

Perché è nella semplicità della Natura che si nasconde una incredibile ricchezza nutrizionale ed è qui che inizia la strada per la salute.

Lo sai che? La nostra torta clementina

E’ una torta ricca di clementine, agrumi che derivano dall’incrocio tra l’arancio amaro e il mandarino, quindi sono frutti ricchi di vitamina C. Un vero tesoro dal punto di vista nutrizionale. Grazie alla presenza di vitamina C  sarà una torta che rinforzerà le nostre difese immunitarie quindi aspettiamo la fine dell’autunno per farne vere scorpacciate, così da contrastare  le diverse malattie stagionali invernali.

Le clementine sono frutti che favoriscono la diuresi contrastando la ritenzione idrica. Frutti ricchi di fibre benefiche indicati per chi soffre di stitichezza in grado di agevolare il transito intestinale. Inoltre sono ricchi di sali minerali quali il ferro, magnesio e potassio.

Idea in cucina

La nostra torta è semplice e veloce….con farina di riso e di mais, olio di riso, clementine e mele, decisamente una torta fruttosa.
Una dolce golosità senza zucchero, senza latte, senza glutine, senza burro, senza uova e senza lievito, fatta con farine artigianali macinate a pietra Mulino Marello,  proprio come abbiamo fatto noi! Grazie a questa azienda agricola piemontese per averci sostenuto nello stupire i nostri spettatori.

Procedimento

Disporre sul fondo della tortiera le clementine e la mela tagliata a tocchetti, mescolare con un cucchiaio di sciroppo di riso. Creare un composto dalla consistenza cremosa mescolando insieme le farine, il lievito, l’olio, lo sciroppo di riso e un frullato di clementine ed acqua. Versare il composto sopra la frutta tagliata. Cucinare in forno per circa 30 minuti. Una volta tiepida rovesciare la torta. Servire a temperatura ambiente.

Io la adoro!

E voi desiderate farla insieme a noi?… Ancora un pochino di pazienza, dovremo aspettare che le clementine siano di stagione… seguiteci su Naturalmente con noi Il gruppo Facebook.

Intanto non perdetevi il nostro episodio 24 Stagione 12 su D Play canale Real Time

Clicca qui 

Le mie riflessioni, curiosità e ricette nutrizionali sul Blog Magazine… il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere.
Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista
Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …
Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Lo sai che? I Frutti di Bosco

Lo sai che? I Frutti di Bosco

Tiziana La Rocca

Lo sai che? I Frutti di Bosco.

Eccomi quindi dopo due settimane di MODALITA’ RELAX …….. perché le blogger ne hanno bisogno ogni tanto, no? …. Lo so che su IG è importante essere attivi per farsi notare …. ma ogni tanto è essenziale anche FERMARSI a riflettere perché non basta esserci …. saper pianificare.
Quindi pronta a ripartire insieme a voi su IG …. e dal 1 Settembre il mio rientro a studio.

La Natura, in estate, all’ombra dei nostri boschi ci regala dei piccoli doni comunemente noti come frutti di bosco… adorati da grandi e piccini, non possono certo mancare nelle nostre tavole.

Lo sai che? I Frutti di Bosco

Sono piccoli e sgargianti frutti che nascono spontaneamente nel sottobosco.
Un vero tesoro dal punto di vista nutrizionale.
Ricchi di acqua, fibre, sali minerali quali potassio calcio ferro magnesio e flavonoidi con azione antiossidante.
Rinforzano le nostre difese immunitarie e aiutano a depurare il fegato dalle tossine.
Ricchi di fibre sono utili per una vera e propria pulizia dell’intestino.
Un vero concentrato di vitamine in particolare A, C, E, e K, quest’ultima importante per ridurre il rischio di osteoporosi.
Migliorano la circolazione grazie alla presenza di vitamina C e di rutina.

Chi deve fare attenzione a non consumarne troppi?

Chi soffre di diverticolite in quanto i semini possono fermarsi nei diverticoli ed infiammarli.

Idea in cucina

Coppette di yogurt bianco, frutti di bosco e muesli… un dolce al cucchiaio buono, semplice e certamente veloce da preparare per una energetica prima colazione.

Io li adoro! Con cosa li abbinate di solito?

Le mie riflessioni, curiosità e ricette nutrizionali sul Blog Magazine… il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere.

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Lo sai che? I Cetrioli

Lo sai che? I Cetrioli

Tiziana La Rocca

Lo sai che? I Cetrioli

Mi chiedono spesso “dottoressa mi consiglia un integratore drenante per combattere la cellulite”.

Io preferisco partire da una corretta alimentazione sfruttando il potere nutraceutico che molti alimenti hanno.

E soltanto al bisogno gli integratori!
Inoltre no alle perdite di peso veloci con piani alimentari basati soltanto su frutta e verdura e zero carboidrati.

Bisogna accettare la dura realtà: purtroppo le scorciatoie, che possono sembrare anche affascinanti e più semplici, non portano a una soluzione efficace nel lungo termine. Pensare di mantenere un regime alimentare controllato ed equilibrato nel lungo periodo è sicuramente più complesso, ma è ciò che garantisce i risultati nel tempo.

Lo sai che? I Cetrioli
Sono ortaggi estivi con un basso apporto di calorie.
Hanno proprietà drenanti e antiedemigene.
Ricchi di potassio, fibre e acido tartarico, contrastano l’ipertensione, la ritenzione idrica e la cellulite, aiutano a controllare la glicemia e a combattere la stitichezza.
Ricchi di vitamine A, vitamine del gruppo B, vitamina C e K… azioni antiossidanti e detossicanti.

Chi deve fare attenzione a non consumarne TROPPI?

Chi assume gli anticoagulanti.
Perché i cetrioli sono molto ricchi di vitamina K che contrastano l’effetto di questi farmaci.
E chi soffre di colon irritabile proprio per l’alta presenza di fibre.

Idea in cucina

La mia idea super estiva: 1/2 litro di acqua, 1 cetriolo a fettine, qualche fogliolina di menta, 1 pezzetto di zenzero e 1 fetta di limone… ottima acqua da bere per favorire l’eliminazione delle scorie accumulate dall’organismo. (Quantitativo di ingredienti per 1/2 litro di acqua).

Io li adoro! Con cosa li abbinate di solito?

Le mie riflessioni, curiosità e ricette nutrizionali sul Blog Magazine… il mio progetto editoriale homemade indelebile come soltanto la scrittura può essere.

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Ciliegie: proprietà nutrizionali

Ciliegie: proprietà nutrizionali

Tiziana La Rocca

Giugno… mese di indigestione di ciliegie. 

La Natura ci avvisa che salute e pianeta… sono interconnessi quindi occorre fare scelte più consapevoli. Il Covid-19 ci ha fatto comprendere che non è solo un problema sanitario ma è un campanello d’allarme a livello globale… e noi come possiamo provare a salvaguardare la Natura.

La figura del medico assume sempre di più una centralità importante al fine di una corretta informazione destinata a comportamenti corretti sia in regime nutrizionale che in stile di vita.

Studi scientifici sostengono che il fattore genetico è sempre più influenzato dall’ambiente, dalla natura, dall’ecosostenibilità e tutto ciò ci lascia intuire quanto il nostro modo di mangiare possa avere ripercussioni positive o negative.

Ippocrate, padre della medicina, affermò nel lontano 430 a.C.: “Lasciate che il Cibo sia la vostra Medicina e la Medicina il vostro Cibo”.
Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Estate! In previsioni di temperature bollenti mi raccomando… scegliamo cibi di stagione, a filiera corta, biologici e che… idratano!

Lo sai che? Le ciliegie.

Contengono sostanze antiossidanti quali: la melatonina responsabile della regolazione dei ciclo sonno/veglia, sostanze antiinfiammatorie quali gli antociani e sostanze regolatrici del colesterolo come la quercetina.

Sono inoltre presenti in buona quantità il beta-carotene, la pectina fibra solubile, la vitamina C.

Proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, lassative e anti-gotta, depurative e diuretiche, drenanti, antiaging e rilassanti, tante vitamine, diversi sali minerali come calcio, ac.folico, potassio, fosforo, zinco.

Le ciliegie sono ottime per rinforzare il sistema immunitario. Tra gli zuccheri presenti nelle ciliegie, il sorbitolo: zucchero ridotto a poliolo, l’organismo lo trasforma in monosaccaridi senza l’intervento dell’insulina, ciò conferma che le ciliegie possono essere consumate anche da chi ha il diabete.
I piccioli delle ciliegie snocciolate utilizzate per la mia ricetta Torta di ciliegie cioccolatosa vegetale saranno ottimi per preparare un decotto depurativo e drenante da bere a digiuno.

Idea in cucina

La Mia Torta di Ciliegie Cioccolatosa Vegetale… Golosa, cioccolatosa, semplice da realizzare, una torta alle ciliegie vegetale e vitale.

Semplicemente meravigliosa!

Ingredienti pochi… 250 grammi di ciliegie intere da snocciolare, 100 grammi di pezzetti di cioccolato fondente 75%, 50 grammi di sciroppo di riso, 200 grammi di farina 0, 50 grammi di olio di mais bio, 1 cucchiaio di cacao amaro bio, 150 grammi di acqua e 1/2 bustina di lievito per dolci.

Senza latte, senza uova e senza zucchero.

Inserire le ciliegie all’impasto in superficie prima della cottura… durante la cottura e la lievitazione rimarranno in parte in superficie e in parte inglobate all’interno dell’impasto, un effetto incantevole!

Qual è la vostra ricetta preferita con le ciliegie?

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino.
Perché la dieta la prescrivo a studio dopo accurata diagnosi… perché ciascuno deve avere il proprio percorso nutrizionale personalizzato e dinamico.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
Bergamotto: proprietà nutrizionali

Bergamotto: proprietà nutrizionali

Tiziana La Rocca

Eccomi! BUON LUNEDI’.

Quando scegli un lavoro che ami… non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua. Ringrazio per l’invito a scrivere il post per instagram “Lo sai che? Il bergamotto”.

Oggi studi scientifici sostengono che il fattore genetico è sempre più influenzato dall’ambiente e ciò ci lascia intuire quanto il nostro modo di mangiare possa avere ripercussioni positive o negative. Ippocrate, padre della medicina, affermò nel lontano 430 a.C.: “Lasciate che il Cibo sia la vostra Medicina e la Medicina il vostro Cibo”.
Quindi i miei post per sensibilizzarvi ad una sana alimentazione per favorire la consapevolezza di conoscenze che possano condurre alla prevenzione naturale e quindi al benessere.

Lo sai che? Il bergamotto.

E’ un agrume che viene coltivato prevalentemente nella fascia costiera, molto diffuso in Calabria.
Negli ultimi anni una nuova coscienza salutista e naturalistica ha rilanciato l’uso dell’essenza di bergamotto… diversi studi hanno confermato un suo uso preventivo per il colesterolo in eccesso e malattie cardiovascolari. L’essenza di bergamotto viene anche utilizzata in aromaterapia nel trattamento di stati ansiosi. Suffumigi con gocce di olio di bergamotto estratto dalla sua buccia vengono utilizzati per il benessere delle vie respiratorie con azione naturale antibatterica e antinfiammatoria. Inoltre il bergamotto è considerato un rimedio naturale come disinfettante e antiossidante.

Olio essenziale di bergamotto
E’ importante prescrivere gli oli essenziali dopo aver fatto un ragionamento clinico profondo sempre curando il singolo paziente e non la malattia.

Occorre comunque rispettare i principi della corretta alimentazione rispettando i ritmi biologici. Caratterizzati da: corretta quantità calorica, giusta ripartizione dei pasti e tempi di assunzione dei pasti, corretta ripartizione dei macronutrienti.

Il bergamotto si può considerare un frutto ricco di proprietà antiossidanti, per il contenuto di polifenoli, di bioflavonoidi, di vitamine che portano benefici salutari agendo contro i radicali liberi.

In cucina il bergamotto viene sempre più utilizzato al naturale oppure spremuto.

I suoi spicchi vengono utilizzati per preparare fantasiose insalate.

La sua scorza, messa in salamoia, è utile per aromatizzare primi, secondi e dolci.

Il suo succo per realizzare deliziose marmellate e granite. La meravigliosa marmellata di bergamotto è perfetta sia per una sana ed energetica colazione sulle fette biscottate o sul pane che per accompagnare formaggi freschi, ricotta.

Idea in cucina Il mio risotto al bergamotto e menta.

Ingredienti: bergamotti n.3 per il succo, riso integrale 300 grammi, brodo vegetale fatto in casa e qualche rametto di menta del vostro orto o vaso in terrazza.

Preparazione: versare il succo dei bergamotti in padella, aggiungere poi il brodo vegetale e far cuocere il riso. Quando sarà pronto, aggiungere la buccia grattugiata dei bergamotti, un filo di olio extra-vergine di oliva e la vostra menta.

Le mie riflessioni, curiosità e ricette sul Blog!

Il mio hashtag è #tizianalaroccamediconutrizionista

Taggatemi su INSTAGRAM nelle vostre ricette semplici vegetali / vegane / glutenfree / senza lattosio / …

Aspetto le vostre foto direttamente su direct instagram

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE
La mia colazione

La mia colazione

Tiziana La Rocca

Eccomi! BUON VENERDI’.

La mia colazione sana, energetica e gustosa! Scegliere il cibo corretto è il primo passo per ritrovare salute, buon umore e serenità.

1 tazza di frutta fresca di stagione.
2 tazze piccole di muesli a base di fiocchi d’avena.
3 tazze piccole di bevanda vegetale o di yogurt o di latte s. l. o p.s.

Logicamente non parliamo di dieta ma di stile di vita sano e genuino. Continue reading →

Posted by Dott.ssa Tiziana La Rocca in BIONUTRIZIONE